Lecce Puglia region What to see Best hidden gems in italy
dal 11.10.2019 18:50
N/A
[  INFO CONTATTI PRENOTAZIONE ]

  Suggerimento 251157         visite 418

Lecce church baroque city Puglia Italy region coastal charming town.jpg

  • Lecce church baroque city Puglia Italy region coastal charming town.jpg
  • Lecce Puglia Italy region coastal charming town.jpg
  • Lecce Roman Amphitheatre baroque city Puglia Italy region coastal charming

 Video

Nestling in the heel of Italy, Lecce, nicknamed the "Florence of the South", boasts a profusion of exuberant Baroque buildings. Once a garrison town, the city owes its fortune to the sunshine which floods the surrounding olive groves and the warm stone which captures the light so perfectly.
And although the palazzi and churches in the historic centre attract crowds of visitors, the town is much more than an open-air museum thanks to its attractive outdoor terraces and lively streets which add to the town's charming atmosphere.

Lecce is often referred to as Italy’s best-kept secret because it’s a city only a few people decide to visit during their trip to Italy. It’s located in the Puglia region, a region that has been getting an increased number of tourists in the recent years but still many of them skip this charming stash of baroque architecture. I always say that if Puglia was a movie, Lecce would be the charming actor that’s playing the main role.
However, apparently, not many people feel this way (yet). Except for the amazing architecture, Lecce also has homogeneity and completeness: two things that many other southern Italian metropolises lack. If you’re an architecture lover, Lecce is an absolute must! Its distinctive architecture contributed to the city acquiring its own moniker, Barocco Leccese (Lecce Baroque).

A good starting point for your Lecce explorations is the city’s main square, Piazza Sant’Oronzo. The highlight is the large Roman amphitheatre which once seated 14,000 spectators on its two tiers, although only the lower tier remains—sometimes concerts still take place here.
In the piazza you can also see the column of Sant’Oronzo (currently covered up for restoration work) and an unusual 20-meter high bronze clock, the Orologio Delle Meraviglie, created in 1955 on the wall of the Banco di Napoli.
If you are in need of refreshment, Caffe Alvino is a good place for a coffee and pastry or aperitivo.

Dubbed the “Florence of the South”, Lecce is a place to linger, with a wealth of fine architecture scattered about an appealing old town, as well as a few diverting Roman remains. The exuberant building styles here are the legacy of religious orders (Jesuits, the Teatini and Franciscans) who came to the region at the end of the sixteenth century, bringing an influx of wealth which paid for the opulent churches and palazzi that still pervade today’s city.

Lecce is rich in tradition, still abides by local customs; all the shops close mid-afternoon and re-open for the time-old tradition of the evening stroll.
During our month-long stay, we navigated the maze of cobblestone lanes and discovered the best things to do in Lecce, Italy.

A trip to Lecce means a journey through history, from prehistoric times to the Middle Ages to the masterpiece of Baroque art and the ancient traditions of master craftsmen.
All in a generous and tasty world, full of lovely people.
Two seas to wet it, two powerful forces that flow into one just in Leuca: here the two blue combine into unimaginable cobalt shades.
There are many natural caves such as the Cave Zinzulusa.
The Adriatic coast is sandy and sometimes rocky with many bays that are formed like little jewels on the shoulders of the abyss. Masterpieces to live and swim.

Basilica di Santa Croce
It seems that hallucinating stonemasons have been at work on the basilica. Sheep, dodos, cherubs and beasties writhe across the facade, a swirling magnificent allegorical feast. 

Museo Faggiano
Descend through Lecce's rich historical strata in this fascinating home-turned-museum, where sewerage excavations led to the chance discovery of an archaeological treasure trove.

Cattedrale dell'Assunzione della Virgine
Originally built in 1144, Lecce's cathedral was rebuilt in 1230 and totally rebuilt in the Baroque style in 1659-70, at which time the 70-meter-high bell tower was added.

Piazza del Duomo
The wide Piazza del Duomo is enclosed by a series of notable buildings, the primary of which is the cathedral itself, with its tall tapered bell tower.
The more somber of the cathedral's two entrances faces the Palazzo Vescovile, Bishop's Palace, which has a loggia and ornate carvings around the windows.

Lecce oltre che punto di passaggio verso i “Caraibi d’Italia” è prima di tutto una città ricca di testimonianze e opere d’arte di epoca romana, medievale e rinascimentale.
Ma Lecce è principalmente una città barocca, che qui si esprime come mai in nessuna altra città, esplode in una declinazione del tutto particolare e specifica, fino a meritarsi l’appellativo di barocco leccese. Decorazioni sgargianti che arricchiscono i rivestimenti degli edifici, i colori intensi della pietra leccese: un calcare tenero e compatto, dai colori caldi e dorati che si presta molto bene alla lavorazione con lo scalpellino. L’arte barocca si diffuse a Lecce nel Seicento, durante la dominazione spagnola, sostituendo l’arte classica e creando uno stile che lasciava spazio alla fantasia e all’immaginazione.

Lecce, fra chiese e balconi, porte e mascheroni, è la città dell’eccesso stilistico, dei profumi del Mediterraneo e della grande bellezza. Un museo a cielo aperto tra i più affascinanti d’Italia e perla della Puglia, che vi farà sentire i primi attori di un vero teatro barocco.
Scenografica e accogliente, Lecce attira ogni estate migliaia di turisti da ogni parte del mondo, ma è anche amatissima dai tanti italiani che sognano le spiagge salentine, le città d’arte e una vacanza nel cuore della Puglia.

Spiegare a parole l'incanto e la bellezza di una delle più belle città della Puglia è un compito arduo, il modo migliore per scoprirlo è perdendosi nel suo centro storico, un labirinto con centinaia di vicoletti e stradine su cui affacciano palazzi barocchi, balconate, cortili fioriti e chiese.

Teatro Paisiello
Il Teatro Paisiello è un teatro neoclassico molto piccolo (320 posti a sedere), bello come una bomboniera antica. Qui si tiene il Maggio Musicale Salentino ed un cartellone molto interessante. Il teatro Politeama Greco invece è il teatro storico più grande di Lecce.

Anfiteatro Romano
L’Anfiteatro Romano di Lecce fu scoperto agli inizi del ‘900, durante i lavori di realizzazione del palazzo della banca d'Italia ed è la testimonianza più importante della Lecce romana che si chiamava Lupiae. Dovrebbe essere stato costruito tra il I e il II secolo d.C. e poteva contenere circa 25.000 mila spettatori. In passato l'anfiteatro era completamente interrato al di sotto della città, oggi una piccola parte si trova ancora nascosta.

Teatro Romano
Il Teatro Romano posto sul lato sinistro della Chiesa di Santa Chiara, è un'antica testimonianza romana che riusciva ad ospitare fino a 5.000 spettatori e che fu portato alla luce nel 1929. Annesso al teatro c’è un piccolo museo che ospita i reperti rinvenuti durante gli scavi.

Must
Non perdete una visita al Must, il Museo Storico della Città di Lecce che raccoglie una sezione dedicata all'arte moderna e contemporanea. Si trova all'interno dell'antico monastero di Santa Chiara, adiacente alla chiesa di Santa Chiara e all'antico Teatro Romano.

Oltre all’arte, ai palazzi e alle tante chiese della città, l’altro fattore premiante è la collocazione strategica nel cuore del Salento, con il mare ad appena 10 chilometri di distanza.
Quindi, non solo una città d’arte ma, volendo, anche una località estiva con una una vita notturna frizzante tra rassegne culturali, concerti e tradizioni popolari. Insomma, Lecce vale senz’altro una visita.

A Lecce si mangia benissimo, come del resto in tutta la Puglia. Assolutamente da non perdere sono i pasticciotti, un dolce tipico fatto di pasta frolla e crema pasticcera. Davvero buonissimo.
L’unico modo per scoprire le bellezze di Lecce e del Salento è muoverti in autonomia.
Puoi farlo in auto, in moto, in camper o in bicicletta, ma mettiti bene in testa che senza un mezzo proprio non riuscirai ad addentrarti nei borghi marinari o arrivare sui punti panoramici.

Per le architetture della bella città salentina si parla di barocco leccese non a caso. Lo stile raffinato e i colori caldi della pietra del territorio (un calcare dalle sfumature dorate) donano un aspetto davvero unico e singolare alle chiese e ai palazzi di Lecce. Luoghi di interesse storico e artistico si trovano in ogni angolo del centro, da cui parte il nostro itinerario.
Ad accogliere i visitatori appena giunti in città c’è Porta Napoli, il primo posto da visitare a Lecce.
Proprio di fronte a Porta Napoli si trova l’obelisco di Lecce, realizzato nell’Ottocento in pietra locale.
Superando Porta Napoli si entra nella parte più antica del centro: la Città Vecchia. Qui vie e palazzi formano angoli suggestivi dove è piacevole passeggiare, perdendosi tra le case di pietra e le botteghe artigiane.
La maestosa facciata che si incontra appena entrati in piazza è, in realtà, l’accesso laterale del duomo.

Tra i simboli più rappresentativi di Lecce, abbiamo la famosa Colonna di Sant'Oronzo alta una trentina di metri la colonna è situata nell'omonima piazza, alla sommità della Statua del Santo, protettore della città.

Lecce è contraddistinta da molte Chiese, circa quaranta, tra cui spicca prima di tutto il Duomo che, situato nell'omonima piazza, colpisce per la sua maestosità in un classico stile barocco leccese.
Il Duomo, caratterizzato da due ingressi, racchiude la piazza, frequentata da tutta la popolazione come luogo di ritrovo.
La Basilica di Santa Croce è considerata una delle rappresentazioni barocche più importanti ed eclettiche della città: un trionfo di merletti scolpiti in una pietra dal colore rosa-dorato.
La Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, è tra le più antiche infatti ha origine medievale e fu edificata per volere di Tancredi d'Altavilla; venne ristrutturata acquisendo un'impronta barocca come può testimoniare il portale con decorazioni arabesche e motivi vegetali.
La Chiesa di Sant'Irene invece, presenta sul portale maggiore la statua della Santa e sull'alto frontone, lo stemma della città. Da vedere è anche la Basilica del Rosario, barocca e dedicata a San Giovanni.

Lecce Puglia region What to see Best hidden gems in italy Selected websites Top experiences Tourist attractions City guides:


https://www.neverendingvoyage.com/lecce-italy-travel-guide/
https://www.roughguides.com/destinations/europe/italy/puglia/lecce/
https://www.welcomelecce.net/
https://travelguide.michelin.com/europe/italy/puglia/lecce/lecce
https://ecobnb.com/lecce/guide
https://www.lonelyplanet.com/italy/lecce/top-things-to-do/a/poi/359962
https://www.planetware.com/tourist-attractions-/lecce-i-pu-lc.htm
https://jetsettingfools.com/10-things-lecce-italy/
https://www.10cose.it/lecce/cosa-vedere-lecce
https://www.skyscanner.it/notizie/cosa-vedere-a-lecce
https://www.zingarate.com/italia/puglia/lecce/cosa-vedere-a-lecce.html
http://www.cosafarei.it/lecce
http://www.lecceprima.it/
https://thelazytrotter.com/cosa-vedere-a-lecce/
https://www.viaggiculturalieuropa.it/blog/cosa-vedere-a-lecce-e-dintorni/
https://www.luoghidiinteresse.it/cosa-vedere-a-lecce/3214/
https://www.paesionline.it/italia/cosa-vedere-lecce
Prezzo N/A
Suggerimento 251157
Scade tra
51 settimane, 1 giorni
hoteldiscoun

 Domande Risposte - Login Required

Nessuna.

Altro

< Precedente  Successiva >