Accumoli & Amatrice villages towns province of Rieti borgo medievale
since 27.11.2019 11:21
N/A
[  INFOS CONTACS RESERVATIONS ]

  Suggestion 145939         visits 6296

  • Accumoli charming town Rieti italy.jpg
  • Accumoli town Rieti.jpg
  • Amatrice areal view province of Rieti town.jpg
  • Corso Amatrice italian village province of Rieti town.jpg

 Video

Accumoli è un comune italiano della provincia di Rieti nel Lazio. Appartenuto storicamente all'Abruzzo sotto i regni di Sicilia, di Napoli, delle Due Sicilie e d'Italia, restando inclusa di volta in volta nel Giustizierato d'Abruzzo (1265-1273), nell'Abruzzo Ulteriore (1273-1806), nell'Abruzzo Ulteriore II (1806-1860) e nella provincia dell'Aquila (1860-1927), dal 1806 al 1926 fu parte del distretto e poi del circondario di Cittaducale.

Accumoli è un piccolo ma grazioso borgo posto ad un’altezza di 855 m s.l.m. nella parte più nord-orientale del Lazio, nell’Appennino umbro-marchigiano. Fino al 1927 era parte della provincia dell’Aquila in Abruzzo.
Le origini di Accumoli si fanno risalire durante il XII secolo, periodo in cui la Valle del Tronto era sotto il dominio dei normanni e successivamente quella del Regno di Napoli.
La nascita di Accumoli fu dettata dalla minaccia che Cascia poneva verso i confini del regno. Così si decise di unificare i piccoli villaggi della valle in un unico paese.

Accumoli gode di uno scenario naturalistico tra i più spettacolari d'Italia, immersa nella cornice di una natura di grande fascino, non ancora raggiunta dal turismo di massa, né deturpata dal cemento.
E' luogo di confine tra Lazio, Umbria, Marche ed Abruzzo, per questo punto di partenza per escursioni sui della Laga e Monti Sibillini. Nel 575 il territorio dell'attuale Comune di Accumoli faceva parte dell'Abbazia di Farfa, eretta dai duchi di Spoleto, che aveva fra i suoi possedimenti le Terre Summatine, comprendenti i territori dell'Accumolese, dell'Amatriciano di Capodacqua e di Arquata del Tronto.
Nel 1200, con la perdita di autorità dei feudatari, troviamo Summata in piena decadenza e le popolazioni iniziano a riunirsi in libere Università (Comuni).
Un gruppo di famiglie, appartenenti alle Rocche, riunitesi, costituirono il cosidetto "Quarto di San Lorenzo", società che garantiva alle stesse diritti e rendite, a spese della restante popolazione, fondò Accumoli, Università cui parteciparono tutti paesi vicini, da Grisciano a Roccasalli, oltre a Sommata.
I primi anni Accumoli subisce la tirannide di tale Marco Benincasa, il cui stemma, un gran cimiero sormontato da due leoncini, ancora si può vedere sulla torre civica.
Per libera scelta poco dopo la metà del 1200, Accumoli si diede alla casa D'Angiò, conservando tutti i privilegi comunali, e completando il propio stemma con la corona innestata al rastrello.
L'Università partecipò attivamente ai Vespri Siciliani (1282), ed è per questo che Accumoli, perduta già in precedenza (1255) Capodacqua ed Arquata, fu privato di diversi paesi dell'amatriciano passati in feudo alla famiglia baronale degli Orsini, originari di Norcia e signori di Amatrice.

Cosa Visitare a Accumoli lista di chiese, castelli, duomi e monumenti, parchi con indirizzi e mappe. Seleziona la categoria di tuo interesse e guarda sulla mappa dove sono situate le attrazioni turistiche di Accumoli.

AMATRICE VILLAGE IN UMBRIA REGION OF ITALY
A hamlet nestled amidst the regions of Umbria, Marche and Abruzzo, situated on the rocky spur dominating
the confluence between the Tronto river and the Castellano stream. Its landscape is adorned with grandiose mountains, including the highest peak of Lazio, Gorzano Mountain, and with the spectacular lake of Scandarello. This is Amatrice, also known as the town of “100 churches” (a heritage that has been seriously compromised by the earthquake of 2016), which are spread among the surrounding “ville”, as districts are called. Moreover, it is the birthplace of Nicola Filotesio, also known as “Cola dell’Amatrice” (painter, sculptor and architect active in Abruzzo and Marche), of Don Giovanni Minozzi (founder of the “Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia”, the National Institution for Southern Italy) and of the world-famous “pasta all’Amatriciana”.

Amatrice is a town and comune in the province of Rieti, in northern Lazio (central Italy), and the center of the food-agricultural area of Gran Sasso e Monti della Laga National Park.
The town was devastated by a powerful earthquake on 24 August 2016
Archaeological discoveries show a human presence in the area of Amatrice since prehistoric times, and the remains of Roman buildings and tombs have also been found. After the fall of the Western Roman Empire, the area became part of the Lombard Duchy of Spoleto, included in the comitatus of Ascoli.
The town of Matrice is mentioned in the papers of the Abbey of Farfa in 1012 as commanding the confluence of the Tronto and Castellano rivers.
In the year 900 the Pope was from Amatrice.

In the urban fabric stand out the slender civic tower dating back to the XIII century and the strict bell towers of the church of Sant'Agostino, characterized by a beautiful late Gothic portal and by the presence of valuable frescoes such as the Annunciation and the Madonna with Child and Angels, and the church of Sant'Emidio, dating back to the fifteenth century.
Worthy of note are also the church of San Francesco in the second half of the fourteenth century characterised by a gothic portal of marble and containing in the apse frescoes of the XV century, and that of Santa Maria di Porta Ferrata. Amatrice is present also the Miniature Park in a garden of knowledge, where are reproduced to scale the monuments, the animals and the entire territory of the Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

AMATRICE BORGO IN PROVINCIA DI RIETI 
Visitare Amatrice significa fare un’esperienza unica ed irripetibile, che permette di vivere a contatto con la natura e di “nutrire” l’anima e il corpo.
Conoscere Amatrice significa poter gustare il celebre piatto famoso in tutto il mondo, l’Amatriciana qui ancora preparata secondo la ricetta tradizionale, ma anche godere delle bellezze paesaggistiche di un territorio che è il naturale ingresso laziale al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e scoprire le sue cento chiese, ognuna delle quali racconta una storia fatta di fede e tradizioni.
Amatrice rappresenta il luogo ideale per chi vuole trascorrere le proprie vacanze o un momento di relax a contatto con la natura e la buona cucina.

Tutti siamo a conoscenza dell’immane tragedia che ha colpito il territorio di Amatrice nell’agosto del 2016. Quando questo articolo è stato pubblicato, Amatrice era un ridente borgo arroccato sulle verdeggianti colline a cavallo tra i Monti Sibillini e i Monti della Laga. Ora, purtroppo, di questo grazioso paese è rimasto ben poco. Noi tutti della redazione di lazionascosto.it auspichiamo un rapido recupero di tutta l’area colpita dal sisma e, in attesa che ritorni al suo splendore iniziale, vogliamo comunque omaggiare questa perla dell’Appennino laziale lasciando intatto quanto originariamente scritto su Amatrice.
Posto ai piedi dei verdeggianti e spettacolari Monti della Laga, Amatrice vanta una posizione sia geografica che storica invidiabile. Questo, grazie proprio al paesaggio circostante costituto, non solo da montagne ma da suggestive colline, fiumi, laghi e una tradizione gastronomica di eccellenza.


Amatrice, città di storia, d’arte, di eccellenza gastronomica, tanto da essere considerata la "porta del gusto" del Gran Sasso e del suo parco. Amatrice, città dalle cento chiese, distribuite tra il centro e le sue 69 frazioni.
Determinazione e fede sono i sentimenti che, dopo il sisma dell’agosto 2016, segnano la nuova vita di Amatrice, in cui i tanti progetti in corso contribuiranno a recuperare molto del suo antico splendore, per goderne ancora, secondo le regole di sicurezza necessarie per un luogo altamente sismico.
Il simbolo di Amatrice è da cercare nella sua cucina, i famosi spaghetti all’amatriciana, una ricetta che è sempre stata considerata romana e che invece è nata qui. All’inizio, il pomodoro non era nel condimento, che arrivò solo nel 1700 quando il borgo divenne definitivamente possedimento del Regno di Napoli.
Oggi esiste anche un piatto che è in bianco, a base di guanciale e pecorino, la pasta alla gricia che alcuni dicono sia originario del paese di Grisciano, nella zona di Accumoli.
Ritornando agli spaghetti all’amatriciana, celebrità internazionale, da ricordare un segreto, cioè la quantità di guanciale da usare la cui proporzione deve essere di un quarto rispetto a quella della pasta; da ricordare, inoltre, che il guanciale va cotto a parte rispetto al sugo di pomodoro cui va aggiunto alla fine, poco prima di condire gli spaghetti ricoprendoli di pecorino.

Amatrice è un bellissimo borgo medievale.
Nel 2016, a causa di un violento terremoto (VI grado Richter) che ha devastato il suo centro storico, diverse frazioni e causato centinaia di vittime, il paese è in fase di ricostruzione. Buona parte del patrimonio storico-artistico è in pezzi e deve essere recuperato tassello dopo tassello, e intanto il paese è rinato con case nuove o ancora con moduli prefabbricati.
Ad Amatrice si mangia bene, cibo genuino e a chilometro zero che si può nuovamente gustare presso le trattorie, i centri commerciali e gli agriturismi che stanno riaprendo i battenti dopo il sisma. Questo è un validissimo motivo per tornare come turisti da quelle parti e andare ad assaggiare la famosissima pasta alla Amatriciana, la minestra di farro, gli gnocchi ricci al formaggio ma anche la cacciagione dei boschi circostanti.




AMATRICE SITI SELEZIONATI PER SCOPRIRLA - TRAVEL GUIDE FOR AMATRICE VILLAGE
https://en.wikipedia.org/wiki/Amatrice
https://www.comune.amatrice.rieti.it/
https://www.e-borghi.com/en/village/5/Rieti/amatrice
https://www.amatriceturismo.it/



Travel guide for Accumoli village province of Rieti -
Travel Guide Accumoli Rieti travel guides:
Villaggio di Accumoli in Provincia di RIETI Siti turistici selezionati per Accumoli

https://it.wikipedia.org/wiki/Accumoli
https://www.comune.accumoli.ri.it/
https://www.tuttitalia.it/lazio/83-accumoli/97-mappa/
http://www.gransassolagapark.it/paesi_dettaglio.php?id=57001
http://www.movingitalia.it/accumoli/cosa-visitare/mappa.html

Price: N/A
Suggestion 145939
Expire in
177 weeks, 4 days
clickz

 Questions Answers - Login Required

No questions answers have been posted.

Other

< Previous  Next >